Not too fast food.

Un errore comune è quello di confondere gli hamburger con il fast food e junk food delle catene multinazionali.

In italia l’hamburger è arrivato insieme al cinema e alle culture giovanili americane che hanno mostrato fast food e drive in come luoghi principali di incontro, comunicazione, divertimento ed erotismo.

L’immaginario cinematografico e televisivo (quando il primo diventa seriale) così promuovono uno stile di vita che veicola emozioni e induce desideri e stili di consumo che coinvolgono tutta la sfera della vita individuale e collettiva.

TV Comedy Happy Days cast in Arnold's diner

TV Comedy Happy Days cast in Arnold's diner

Ma il cibo di strada è principalmente il pasto dei lavoratori e dei pellegrini di tutto il mondo e come tale risponde a criteri elementari di funzionalità: gusto immediato, ricchezza energetica, rapidità di consumo ed assimilazione.

worker at diner

worker at diner

Questi criteri funzionali soddisfano anche il desiderio principale dell’industria alimentare: contenere i costi e distribuire ad ampio raggio. Da qui a trasformare il pasto in un meccanismo di consumo iper-calorico e deleterio, il passo è breve.

Automated drive-in diner, California (circa 1950)

Automated drive-in diner, California (circa 1950) Ph: FPG/Hulton Arc./Getty Images

Io adoro il cibo di strada sia quello americano che quello di altre culture come kebab, felafel, arancini siciliani, sushi, pizze e piadine di tutte le altezze e latitudini, fish & chips, etc. anche se quello dello street food è un “lusso” che mi permetto di rado e cerco di farlo prestando attenzione alla salute e alla leggerezza.

L’hamburger infatti è anche un piatto casalingo che richiede una preparazione accurata, le mie due ricette preferite sono:

  • Carne di manzo biologica, cipolla rossa nostrana appena scottata, insalata, formaggio camoscio d’oro e ketchup.
  • Carne di pollo biologica, trito di finocchio in padella, formaggio pecorino grattugiato, senape.
Hamburger Bio Tiberio Pedrini

My Bio Hamburger: beef, red onion, "Camoscio D'Oro" cheese, salad

Ritengo che i paesi più civili debbano dotarsi di norme e consuetudini che difendano le tradizioni di qualità casalinga del cibo di strada (tradizioni locali e d’importazione, ben integrate), quello prodotto da piccole aziende familiari che garantiscono selezione nelle materie prime, qualità di lavorazione e varietà di gusto.

Al contrario occorre frenare, se non impedire, la diffusione di catene multinazionali che diffondono cibo spazzatura e un gusto omologato.

Su internet esistono molti strumenti che aprono spazi di recensione dei locali pubblici di dubbia utilità; certamente sono di grande aiuto i blogs curati dagli appassionati che hanno competenza e conoscenze estese, messe a disposizione di tutti.

Questi strumenti di informazione fanno bene al mercato perché valorizzano e promuovono la qualità:

English version

Both comments and pings are currently closed.

3 Responses to “Not too fast food.”

  1. [...] Italian version Posted in communication, health, style, web Tags: "a continuous lean", "arancini siciliani", "cerca lavoro", "cibo di strada", "fast food", "fish & chips", "job opportunities", "no OGM", "occupazione", "offerte lavoro", "old style diner", "opportunità di lavoro", "piadina romagnola", "pizza fritta", "Tiberio Pedrini", "Virgilio Pedrini", ad, admin, ads, adult, advertising, analytics, appetito, artworks, biologico, Bologna, burgatory, celebrities, celebrity, choice, cinema, cipolla, classic, communication, corto, cortometraggio, creativity, crisis, didattica, diner, download, dr. mooovie, drama, dvd, Elvis, eros, erotic, famous, feature film, features, felafel, Firenze, formazione, Fratelli Pedrini, free, free download, funny, ghiottonerie, graphic, gratis, green footprint, hamburger, hollywood, internet, kebab, lavoratori, logos, marx, mondo, movie, movies, multinazionali, napoletana, no-profit, notorious, opening, Pedrini, pellegrini, philosophy, Pistoia, porchetta, premiere, red onyon, relax, review, riflessione, safari, sam, scene, selected, selection, sexy, short, short movie, social, star, talent scouting, teens, Tiberio, tracciabilità, tradizionali, Usa, video, vip, Virgilio, web, web reputation, workers, you tube « Where are you going with that backpack? Denim name or fact. » You can leave a response, or trackback from your own site. [...]

  2. Hello! Thanks for the link to the Retro Roadmap, I hope you enjoy seeing some of the cool old vintage places we love so much!

  3. tiberio scrive:

    Thanks to you for the map… Love it!!

Powered by WordPress | Read Everything Palm Pre at PalmPreBlog.com | Thanks to iFreeCellPhones.com AT&T Cell Phones, MMORPG Reviews and Fat burning furnace review