Il Signor Batignole batte Benigni.

Per l’uscita in edicola del 4° volume della collana Mooovie, dedicata Monsieur Batignole di Gerard Jugnot, abbiamo scelto una campagna pubblicitaria decisamente comparativa, ma non aggressiva.

Monsieur Batignole

Monsieur Batignole è obiettivamente più bello de La Vita è Bella di Roberto Benigni e il libro di 64 pagine che gli abbiamo dedicato lo testimonia in modo esauriente. Non significa che il film del comico toscano sia brutto, ma la sensazione usciti dalle sale cinematografiche allora fu quella di aver assistito ad un recital coreografato: “Benigni legge l’Olocausto”.

Monsieur Batignole Tiberio Pedrini

Oggi di fronte al bel film di Jugnot ci rendiamo conto che quest’ultimo è stato ampiamente sottovalutato solo perché il regista francese, come Benigni anche attore protagonista, è noto in Francia e nel resto d’Europa, ma non nella nostra piccola nazione fatta a forma di stivale.

Abbinato al film di Gerard Jugnot, c’è il cortometraggio La Firma di Stefano Landini e Tiberio Pedrini ha intervistato Ivano Marescotti, protagonista principale del film, sulle pagine dei quotidiani QN.
Potete leggerla qui.



I commenti sono chiusi.